Andrej Tarkovskij. Il Cinema come preghiera

di Andrej A. Tarkovskij

Andrej Tarkovskij, regista geniale, i cui film sono considerati capolavori del cinema mondiale, ci ha lasciato otto pellicole e l’interesse e il desiderio sempre più crescenti di comprendere la sua l’opera. Il film racconta la vita e l’opera di Tarkovskij lasciando la parola al regista stesso che condivide i suoi ricordi, il suo sguardo sull’arte, le riflessioni sul destino dell’artista e sul senso dell’esistenza umana. Grazie a rarissime registrazioni audio, lo spettatore può immergersi nel misterioso universo del suo immaginario cinematografico, comprendere e ripensare l’opera e il mondo interiore del Maestro. Il racconto è accompagnato da registrazioni inedite di poesie di Arsenij Tarkovskij, uno dei più grandi poeti russi del Novecento e padre del regista, lette dallo stesso autore. L’opera poetica di Arsenij ha sempre influenzato il cinema di Andrej, sottolineando il profondo legame culturale e spirituale tra padre e figlio.

Le immagini del film sono costituite da frammenti tratti dalle opere del regista, da rarissimi materiali foto/video d’epoca e dalle riprese effettuate sui luoghi della vita e dei set dei film di Tarkovskij in Russia, in Svezia e in Italia, patria adottiva dell’artista.

Biografia del regista

Andrej A. Tarkovskij nasce a Mosca nell’agosto del 1970. Figlio di Andrej Tarkovskij, dedica la vita e l’attività professionale alla conservazione e alla promozione dell’opera del padre. Vive tra Firenze, Parigi e Mosca. Presidente dell’Istituto Internazionale Andrej Tarkovskij, è regista documentarista. Esordisce nel 1996 con il documentario tv Andrej Tarkovskij. Il ricordo, sulla vita del padre; realizza inoltre docu-ritratti su artisti e cura la regia di spettacoli musicali. Collabora con le televisioni russa e italiana e con l’etichetta tedesca ECM. Nel 2006, con Bastignano, vince il primo premio al Festival del cortometraggio di Sabaudia. Organizza mostre fotografiche, edizioni di libri, concerti e retrospettive in tutto il mondo.
Paese: Italia, Russia, Svezia
Anno: 2019
Durata: 97
Formato: 16:9
Lingua: Russo
Sottotitoli: Italiano
Genere: documentario
Fotografia: Alexey Naidenov
Montaggio: Michal Leszczylowski, Andrej A. Tarkovskij
Produzione: Andrey Tarkovsky International Institute (Andrey A. Tarkovsky) Klepatski Production (Dmitry Klepatski) HOBAB (Peter Krupenin) Revolver (Paolo Maria Spina)

Festival: 76 Mostra Internazionale d'arte cinematografica - Venezia Classici Documentari
IDFA - International Documentary Film Festival Amsterdam